Skip to content

Certificazione Digitale

Attesta i tuoi processi aziendali tramite la certificazione digitale e la Blockchain

Uno dei possibili usi della Blockchain è l’attestazione tramite certificazione digitale di documenti, prodotti o anche semplici operazioni sfruttando la complessa ma sicura architettura del suo sistema. Esso, difatti, adotta l’elevata potenza della crittografia permettendo di creare dei codici digitali unici e inimitabili – sottoforma di un sistema di criptazione di chiavi pubbliche e private –  atti a preservare la sicurezza dei contenuti stessi da possibili frodi o falsificazioni.

Invece, secondo uno schema di concatenamento a blocchi condiviso e immutabile vi è la possibilità di scambio d’informazioni, valute o contenuti in maniera automatizzata e indelebile. Ogni blocco possiede un hash (codice) che serve per convalidare la sua veridicità, quest’ultima attività di convalida viene chiamata mining.

Una volta verificato il blocco lo si può aggiungere a tutta la catena blockchain. Essa stessa è intrinsecamente collegata tramite gli hash: ogni blocco possiede, dentro i suoi pacchetti di dati,  il codice del blocco precedente. Se volessimo cambiare, per esempio, anche solo un’infinitesima quantità di dati di un solo blocco, dovremmo anche cambiare il suo codice associato e conseguentemente tutti i  relativi hash degli altri blocchi collegati.  In questo momento, pensiamo un po’,  vi sono più di 630.000 blocchi convalidati/minati incatenati tra loro sulla Bitcoin Blockchain.

Inoltre, la Blockchain può anche assicurare l’avvenuta esecuzione di una determinata attività, gestire lo scambio di informazioni attraverso di essa, consolidare con certezza la data dell’operazione, determinare l’identità di chi l’ha eseguita o certificare l’autenticità della provenienza della merce dei nostri clienti.

Come funziona la certificazione digitale

Transazione

in primo luogo, la Blockchain genera un codice univoco e inimitabile tramite una transazione effettuata su di essa.

Qr Code o NFC

Successivamente, il codice univoco generato viene integrato in un codice QR creato appositamente o su un tag NFC (Near Field Communication).

Etichetta

Infine, il codice QR o tag NFC può essere apposto su un’etichetta e poi scannerizzato tramite smartphone per certificare l'autenticità del prodotto.

Vuoi maggiori informazioni? Scrivici una email!